La postura corretta

La postura corretta

Chiunque veda, conosca o frequenti un/una atleta, non può non notare la sua postura slanciata e aggraziata. Purtroppo però in molte palestre assistiamo a camminate scimmiesche, posture scorrette, e addirittura…

in alcuni soggetti femminili, in una chiusura delle spalle, quasi a nascondere quel seno che madre natura ha loro dato. E’ paradossale che proprio chi dedica tanto impegno a tonificare il proprio corpo si trascini come un sedentario. Infatti ciò che valorizza di più un torace maschile o un procace decolletè femminile non sono solamente i muscoli pettorali, che devono essere adeguatamente sviluppati, ma anche una postura ritta e slanciata, che faccia risaltare il torace.

Cosa improbabile da ottenere se (come spesso accade) non vengono allenati altrettanto adeguatamente i muscoli del dorso. Infatti per poter tonificare e sviluppare efficacemente i muscoli pettorali bisogna poterli allungare (stirare) durante l’esercizio. Se però li alleniamo troppo, e di contro non alleniamo e accorciamo in proporzione i muscoli del dorso, che “tirano indietro” le spalle, ecco che aquisiremo purtroppo una postura scorretta, con le spalle stesse protese in avanti. L’esatto contrario di ciò che ci prefiggiamo allenandoci con tanta fatica e dedizione.

In questi casi una approfondita preparazione sia teorica che pratica è basilare per un bravo Istruttore, che deve valutare la nostra postura di base, la nostra conformazione scheletrica, le nostre proporzioni muscolari, e di conseguenza preparare una scheda allenante pesonalizzata.

my Doc.mini

Andrea Spolaor